Facebook icon
Google+ icon
YouTube icon
RSS icon

Regolamento

Sezione 1 – Funzionamento dell’ Associazione.

Art. 1
L’ associazione è regolarmente costituita mediante Atto privato registrato.
I principi ed il generale funzionamento sono riportati nell’atto di costituzione.
Il presente regolamento definisce più in dettaglio gli aspetti di gestione e operativi dell’ Aero Model Club (AMC) per il raggiungimento degli obiettivi dell’Associazione.

Art. 2
Gli Organi di funzionamento dell’AMC – Pistoia sono, il Consiglio Direttivo e l’Assemblea dei Soci.
Il numero dei componenti del Consiglio Direttivo viene deciso dall’Assemblea dei Soci prima della votazione per l’elezione del Consiglio stesso in accordo allo statuto.
I componenti del Consiglio Direttivo eletti, nominano il Presidente, a sua volta il Presidente nomina il Segretario Tesoriere e da uno a tre collaboratori con incarichi legati alla politica del Consiglio.
Il Consiglio Direttivo eletto rimane in carica per due anni.

Art. 3
Tutte le persone che hanno passione ed interesse a svolgere attività prevista dall’AMC, possono diventare Soci, previa domanda di iscrizione esaminata dal Consiglio Direttivo e successivamente dopo accettazione, pagando la quota definita dall’Assemblea annuale dei Soci.
I Soci Ordinari partecipano a tutte le riunioni con potere elettivo del Consiglio Direttivo dopo un anno dalla accettazione della domanda di iscrizione all’Associazione, per dare modo di comprendere meglio il funzionamento dell‘Associazione, mentre un potere decisionale immediato sulle questioni poste nelle Assemblee dei Soci.
Ai Soci Ordinari e Sostenitori, una volta iscritti viene consegnata una Tessera Soci di riconoscimento con apposta fotografia del Socio.

Art. 4
Durante il mandato del Consiglio Direttivo si svolgono più riunioni, quelle obbligatorie sono quelle annuali di bilancio consuntivo e preventivo, altre riunioni di tutti i soci vengono indette in base alle varie esigenze che possono evidenziarsi durante la normale gestione.
In ogni riunione dell’Assemblea dei Soci viene compilato un apposito verbale sottoscritto dal Presidente.
Ogni Socio può ricevere non più di una delega di un altro Socio.

Art. 5
Qualsiasi socio anche se non presente alla riunione, dovrà sottostare alle decisioni prese dalla maggioranza nelle riunioni stesse.
In particolare nelle riunioni in seconda convocazione le decisione sono prese dalla maggioranza semplice del presenti comprese le deleghe (metà +1).

Sezione 2 – Attività sul campo di volo AMC-Pistoia.

Art. 6
Il campo di volo situato in località Ponti di Cencino, Comune di Serravalle Pistoiese (Pistoia), è concesso da privati al AMC - Pistoia ed è riservato ai soci dell’Associazione.
.

Art. 7
L’utilizzo dell’aerodromo è consentito esclusivamente ai soci iscritti all’AMC.
La Direzione declina ogni responsabilità di danni a persone e cose dentro e fuori al perimetro dell’aerodromo causati da persone non iscritte all’AMC.
Ad ogni socio è data la possibilità di ospitare saltuariamente aeromodellisti non soci, ed il socio resta responsabile del comportamento dell’ospite per tutto il periodo della sua presenza sul campo

Art. 8
Durante tutta la permanenza sul campo di volo i piloti devono tenere i propri modelli ed altro materiale nell’ambito del proprio box o piazzola.
Art. 9

I rodaggi e le prove motori devono essere effettuati in giorni ove non ci sia elevata affluenza di soci al fine di non recare disturbo. Il rifornimento dei serbatoi dei modelli deve essere fatto tassativamente fuori dalle piste di volo.
Art. 10

Sono ammessi al volo i modelli (aereo o hely) con peso, in ordine di volo, non superiore a 10 Kg, ed una cilindrata max di 25 c.c., escluso casi particolari di volta in volta decisi dal Consiglio Direttivo.
E’ assolutamente vietato volare con i modelli a motore sprovvisti di silenziatore, onde evitare danni acustici ai soci ed altre persone; eccetto modelli con reattore, che vengono fatti volare in occasioni saltuarie ed importanti. Inoltre i trasgressori dovranno tener i modelli fermi nelle piazzole.

Art. 11
I soci non in regola con la quota sociale, da regolare in due soluzioni semestrali, non saranno ammessi ai voli.

Art. 12
Le autovetture non devono assolutamente entrare nel campo di volo. E’ consentito portarsi vicino ai box modelli solo per il tempo necessario allo scarico e carico dei medesimi.. Le vetture devono essere parcheggiate negli appositi spazi prospicienti il campo di volo.

Art. 13

Ogni socio del AMC - Pistoia ha, in eguale misura, diritto all’uso di tutte le attrezzature e tutto ciò esistente sul campo di volo. Non saranno pertanto tollerati privilegi di posti riservati o quant’altro possa essere scambiato per diritti personali, per anzianità, esperienza od altro.

Art. 14
E’ assolutamente proibito ad estranei accedere alle piste di volo durante il volo stesso, che non sia il pilota ed un meccanico. Per la salvaguardia e la sicurezza è obbligatorio e necessario che tutti coloro, sia socio che ospiti, che si ritengono dei principianti avere accanto a se un pilota esperto per la durata del volo.

Art. 15
L’ordine e la pulizia del campo sono un dovere di ogni socio. E’ dovere di tutti soci far si che anche il pubblico presente rispetti tutte le regole e si attenga alle disposizioni di sicurezza. I punti di sosta definiti “in sicurezza” sono previsti all’interno degli spazi protetti da apposite reti.

Art. 16
Ogni socio dovrà tenere un comportamento che non sia in alcun modo scorretto verso tutti i presenti, mantenendo sempre una normale educazione ed un eguale contegno morale e un comportamento civile.

Art. 17
Sarà il Consiglio Direttivo a decidere le sanzioni per i trasgressori, esaminando caso per caso, in applicazione dei vari articoli dello Statuto Sociale e del presente Regolamento dell’ Aero Model Club – Pistoia..

Art. 18
Qualora fossero presenti numerosi modellisti sul campo e tutti intendessero volare, l’ordine di volo sarà stabilito in base all’arrivo al campo del modellista stesso, con non più di due modellisti esperti in volo ( uno in caso di neofita) per un tempo massimo di quindici minuti cadauno, compresi i tre minuti di avviamento. Se a prenotazione avvenuta il Socio non impegna la frequenza passa in coda. Al fine di evitare inutili tempi morti si raccomanda i soci di presentarsi sul campo con modelli ed attrezzature in perfetto stato di uso e funzionamento, quest’ultima nota atta anche a garantire una maggiore sicurezza generale.

Art. 19
La commissione di campo, eletta nel caso si renda necessario, in conseguenza di avvenimenti non congrui al presente regolamento, si impegna a far rispettare gli articoli del seguente regolamento, a tutti i soci presenti sul campo.

Art. 20
Ad ogni socio sarà consegnato un Tesserino Frequenze Radio con sopra scritto il proprio Nome Cognome e la Frequenza Radio in evidenza. Tale tesserino identificativo dovrà essere applicato al posto adibito per frequenza occupata. Tale sistema darà la possibilità di conoscere agli altri piloti, leggendo il tesserino, che tale frequenza è già occupata.
I trasmettitori devono essere tenuti tassativamente spenti per tutta la durata del volo dei soci, onde evitare involontariamente, spiacevoli conseguenze.

Art. 21
I soci principianti potranno chiedere, data la loro inesperienza, agli altri soci presenti, di poter volare da soli, cioè senza la presenza di alti modelli in volo, e naturalmente coadiuvati da un modellista esperto.
I nuovi soci che chiederanno di essere iscritti all’associazione, verranno sottoposti ad un test di verifica di abilità di pilotaggio. Il nulla osta sarà rilasciati direttamente dal Maestro di volo. Qualora il pilota non sia pronto al volo e dunque a garantire la minima sicurezza necessaria, il nuovo socio dovrà sostenere da un minimo di 5 ad un massimo di 8 lezioni di pilotaggio, a pagamento, da svolgersi sul campo di volo con Maestri specializzati.

Art. 22
E’ tassativamente proibito volare su abitazione o luoghi abitati. Risulta gravissima infrazione volare sul pubblico presente, siano pure soci, ripetutamente e volutamente a bassa quota. Tale infrazione, se rivelata, darà luogo alle seguenti sanzioni decise dal Consiglio Direttivo.

Art. 23
Qualora si rendessero necessari diversi lavori di manutenzione al campo, il Consiglio Direttivo deciderà i tempi ed i modi della sospensione dei voli. Tutti i soci in relazione alle loro possibilità sono chiamati a collaborare nei lavori di manutenzione dell’impianto.

Art. 24
Il modellista, deve effettuare il proprio volo dalla parte ove non ci sia pubblico e persone a lavorare nei campi. Ci saranno dei periodi durante l’anno ove la presenza di persone nei campi sarà più numerosa, causa le colture in atto: mietitura, vendemmia, aratura, ed altro, tali lavori saranno prorogati anche alla giornata di domenica, per evidenti motivi. Se informati dalla Coltivatori Diretti di tali lavori, verrà allora dedicata quella giornata domenicale ( eventualmente anche il sabato) ai lavori di manutenzione del campo che via via si renderanno necessari. In caso di affluenza di pubblico sarà cura di tutti i soci, prestabilendo dei servizi di controllo, fare in modo che non vengono calpestate o altro di colture in atto, e richiamare all’ordine l’eventuale persona trovata in fallo.

Art. 25
Il presente regolamento potrà essere suscettibile di variazione e modifiche che si rendessero necessarie in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo. Sarà dovere del Consiglio Direttivo dell’Associazione farle conoscere ai soci e portarle in approvazione definitiva alla prima riunione ordinaria di inizio anno sottoponendole a votazione. Il socio è tenuto comunque a seguire, fino dal momento delle eventuali variazioni, gli articoli insiti nel presente regolamento.

Art. 26
Ogni socio regolarmente iscritto può far presenti eventuali lacune di questo Regolamento ad un qualsiasi socio o consigliere, il quale provvederà a farne tema di discussione nella prima riunione programmata.

Art. 27
Il presente Regolamento entrato in vigore a tutti gli effetti dal 01 luglio 2006, viene aggiornato nella
riunione ordinaria del 19 gennaio 2007.